La Top10 degli allenatori più pagati in Europa

Sono spesso i primi ad essere scaricati dai Presidenti, ma gli allenatori rimangono una pedina fondamentale di ogni club. Ecco quali sono i più pagati a livello europeo.

Immagine articolo

Il primo capro espiatorio di un fallimento tecnico nel calcio è quasi sempre l’allenatore.

Da Rocco, Bearzot, Clough, fino ai giorni nostri la concezione e la figura dell'allenatore è notevolmente cambiata.

Un'evoluzione dovuta anche all'avvento di figure come Sacchi e Guardiola, ma anche Ancelotti e Mourinho. Guide tecniche che si sono identificate con caratteristiche specifiche, personali e, a volte, rivoluziarie.

Ma quali sono gli allenatori più pagati del calcio europeo?

In cima a questa speciale classifica troviamo Diego Simeone, allenatore dell’Atletico Madrid dal 2011, che dai colchoneros percepisce uno stipendio di 3,3 milioni di euro lordi al mese, che all’anno fanno quasi 40 milioni di euro.

Subito dopo il Cholo al secondo posto troviamo Pep Guardiola alla guida del Manchester City che intasca 1,89 milioni di euro lordi al mese (22,6 milioni l’anno).

Chiude il podio un altro allenatore di Premier League, Jurgen Klopp che dal Liverpool percepisce una busta paga di 1,49 milioni di euro lordi al mese (17,8 milioni l’anno).

Ecco la Top10 completa

  1. Diego Simeone (Atletico Madrid) – 40 mln di euro lordi l’anno;
  2. Pep Guardiola (Manchester City) – 22,6 mln di euro lordi l’anno;
  3. Antonio Conte (Tottenham) – 18,6 mln di euro lordi l’anno;
  4. Jurgen Klopp (Liverpool) – 17,8 mln di euro lordi l’anno;
  5. Thomas Tuchel (Chelsea) – 12,3 mln di euro lordi l’anno;
  6. Brendan Rodgers (Leicester) – 12,3 mln di euro lordi l’anno;
  7. Erik Ten Hag (Manchester United) - 11,1 mln di euro lordi l’anno
  8. Carlo Ancelotti (Real Madrid) – 10,9 mln di euro lordi l’anno;
  9. Jose Mourinho (Roma) – 9,2 mln di euro lordi l’anno;
  10. Julian Nagelsmann (Bayern Monaco) – 7,9 mln di euro lordi l’anno.


ISCRIVITI AL SOCIAL FOOTBALL SUMMIT - 27/28 SETTEMBRE ALLO STADIO OLIMPICO (ROMA)

 

 

 

Da non perdere