Inter: 113 anni di storia e di rebranding

Nel giorno dell'anniversario della fondazione dei nerazzurri ecco come è cambiato il logo dell'Inter nel corso della sua storia. In attesa della prossima versione già spoilerata nelle scorse settimane.

pubblicato il
Ecco tutti i loghi della storia dell'Inter

Il 9 marzo 1908, al Ristorante "L'Orologio" di Milano, viene fondata l'FC Internazionale

Oggi, nel giorno del suo 113 anniversario dalla nascita del club, l'Inter ha voluto festeggiare con un video hype pubblicato sui canali social la ricorrenza con tutti i tifosi nerazzurri. 

Nelle scorse settimane il portale Footyheadlines ha lanciato l'indiscrezione di un nuovo stemma registrato dall'Inter che andrebbe a sostituire quello attualmente in uso. 

Il nuovo logo richiama il primo stemma disegnato da Giorgio Muggiani pur rinunciando alle lettere "F" e "C" e valorizzando la "I" e la "M", identificative del nome (Inter Milano) con il quale il club è conosciuto all'estero. 

In un'ottica di rebranding, l'idea dei nerazzurri sembra piuttosto quella di costruire un nuovo logo più "commerciale", riconoscibile sui mercati esteri e identitario dei valori del club. Valorizzando ed esaltando i colori blu e nero, rappresentativi della squadra, ed eliminando il richiamo in oro che nel corso della storia era stato più volte presente nei diversi loghi. 

La scelta dell'Inter, con una rappresentazione minimal dello stemma, si avvicina a quanto fatto dalla Juventus negli anni scorsi. Eliminare il più possibile gli elementi ritenuti "superflui" per costruire un logo facilmente utilizzabile e riconoscibile nei diversi settori e mercati di riferimento.

Il nuovo logo esordirà, con molta probabilità, nella sfida col Cagliari in programma nel secondo week end di aprile. La direzione intrapresa dall'Inter sotto la proprietà Suning (pur con qualche stop causato da fattori perlopiù esogeni) è chiara.

Internazionalizzazione, sviluppo commerciale, crescita tecnica e (conseguenti) risultati sul campo. 

La corsa sulla Juventus non si fa solo all'interno del rettangolo verde perchè nel medio-lungo periodo diventa fondamentale raggiungere i bianconeri soprattutto fuori dal campo.