La costante crescita del Benevento: in campo e sui social

L'intervista a Stefano Ferrara, Social Media Manager del Benevento Calcio, con cui abbiamo parlato di come le Streghe stanno affrontando il ritorno in Serie A. Una crescita importante per la società del Presidente Vigorito, dentro e fuori dal campo.

pubblicato il
Immagine articolo

Abbiamo più che triplicato i nostri numeri social rispetto alla nostra prima apparizione in Serie A, contando ad oggi oltre 217mila follower sui tre pincipali social (Instagram, Facebook e Twitter). Inoltre, il Benevento Calcio è nell’ultimo mese il terzo club in Europa ed il primo in Italia per tasso di crescita sui 4 principali social. Nella settimana (24/6/2020-30/6/2020) in cui abbiamo ottenuto la promozione, celebrata con l'hashtag #ASuondiRecord, abbiamo registrato numeri incredibili come i 3 milioni di impression su Instagram, un numero che veramente mette i brividi se pensiamo che la città di Benevento conta 60 mila abitanti; il nostro conto alla rovescia, che su Twitter ha annunciato il ritorno nella massima serie, ha raggiunto 420 mila visualizzazioni, sottolineando che vantavano appena 18mila seguaci

E la crescita non si è arrestata nemmeno durante il mese di agosto, anzi abbiamo raggiunto sempre più utenti che non erano nostri follower, ampliando così la nostra popolarità, in particolare grazie alle grafiche (delle illustrazioni creative) realizzate per annunciare i nuovi acquisti, che sono state riprese dalle più importanti testate e dai siti più autorevoli, centrando quello che è stato il leitmotiv degli annunci social dei più importanti club al mondo”.

Questi i numeri del Benevento Calcio, raccontati ed illustrati da Stefano Ferrara, Social Media Manager del club giallorosso. In questo continuo processo di crescita, sicuramente ha inciso la presenza in panchina (e appunto sui social) di Mister Filippo Inzaghi, così come ci conferma Stefano: “Ha inciso davvero molto e non potrebbe essere altrimenti. Il Mister ha una fanbase super attiva di oltre due milioni, che non può che farci da traino. Fin dal momento del suo annuncio abbiamo notato un incremento dei nostri follower in particolare dalla città di Milano, e non crediamo sia un caso”.

Una strategia social caratterizzata da uno specifico tone of voice: “Sicuramente sappiamo che il Benevento Calcio è diventata un po’ la seconda squadra di molti italiani, sia per i record negativi collezionati nel 2017, ma anche perchè la nostra strategia è quella di posizionarci come un club “smart” che comunica attraversi i propri profili non solo con i tifosi giallorossi ma anche con le pagine più famose e seguite. Scegliamo spesso di farlo in maniera non istituzionale, interagendo con le pagine e adeguandoci al loro tone of voice, creando cosi un rapporto di complicità con la fanbase. Insomma, non ci “nascondiamo” dietro la spunta blu, e nel nostro piccolo proviamo a sdrammatizzare molte situazioni portandole a nostro vantaggio. Alle spalle di tutto ciò c’è un lavoro di squadra molto intenso, l’ufficio comunicazione, composto dal Direttore Antonio Sasso, dalla Dottoressa Travaglione e da me, lavora fianco a fianco con l’ufficio marketing diretto da Alberto Maria Zito e con quello commerciale diretto da Fabio Siniscalchi. E’ da questa sinergia, tra le varie attività, è nata l’esigenza e la voglia di incrementare le produzioni video e di farlo con video di qualità e rievocativi dei valori che contraddistinguono il Sannio e il popolo Sannita tutto, sperando di aver centrato l’obiettivo”.

Abbiamo parlato di numeri, della crescita degli ultimi anni e dell’importanza di Mister Inzaghi. Qual è, invece, il ruolo dei calciatori a livello di comunicazione social? “I calciatori sono al centro della nostra strategia social, cerchiamo di coinvolgerli costantemente in particolare nei momenti in cui la stagione lo permette ovviamente non intralciando il lavoro sul campo. Sono tutti abbastanza legati al mondo dei social e ovviamente ad Instagram, sicuramente i più estrosi sono Viola, Dabo e Insigne, ma non posso non citare il “fenomeno” Lapadula e la sua crescita esponenziale post convocazione in nazionale del Perù. Un aspetto che ovviamente ha inciso anche sui nostri numeri”.

Il ruolo dei social è evidente. Durante il Social Football Summit abbiamo trattato il tema dell’importanza delle pr, online ed offline, per i calciatori. È essenziale gestire e saper gestire al meglio i propri canali, essendo i calciatori personaggi pubblici. Rispetto alla vita social dei vostri calciatori, ti chiediamo: c’è un monitoraggio di ciò che pubblicano oppure è a loro completa discrezione e responsabilità?

Assolutamente si, la Società tiene molto all’immagine ed ovviamente i calciatori, attraverso i loro profili social hanno un ruolo fondamentale. Vi dirò di più, nella scelta degli acquisti la dirigenza valuta molto l’aspetto umano e quindi monitoriamo anche i profili social dei nuovi possibili giallorossi. Esiste poi un regolamento social interno, che ovviamente ridiscutiamo ed adeguiamo ogni stagione, ma in linea di massima non abbiamo mai registrato episodi gravi, tutti i nostri tesserati sono praticamente esemplari”.