Castore vuole diventare il nuovo produttore dei kit per la Roma

L’azienda produttrice di abbigliamento sportivo è in trattativa con i giallorossi per la prossima stagione

pubblicato il
L'esultanza di Nicolò Zaniolo

Dopo l’addio anticipato di Nike, e quindi la risoluzione del contratto con la Roma dal 2021, il club di Friedkin è alla ricerca di un nuovo brand tecnico per i kit della stagione 2021 – 2022.

Fino a qualche settimana fa il nome più accreditato era New Balance, brand molto noto che accompagnò il Liverpool sulle maglie della cavalcata trionfale della Champions League del 2019, ma tutt’ora senza nessuna squadra sponsorizzata nel nostro campionato.

 

Da poche ore invece è filtrata la notizia di una proposta da parte del marchio Castore, per una decisione che i vertici della Roma dovrebbero prendere in settimana.

Ciò su cui punta Castore è la presentazione di un'offerta digital oriented che permetterebbe alla Roma di ampliare il proprio bacino di utenza e potenziare il valore del brand a livello internazionale. Secondo quanto riporta SportPro, i punti sui quali Castore ha provato a fare leva sono l’eredità storica di Roma e della Roma e il legame con gli Stati Uniti dell’attuale presidenza.

Dall'altro lato, invece, New Balance ha proposto un accordo più tradizionale con un forfettario annuale più bonus legati ai risultati ottenuti in campo.

Castore è sicuramente un brand giovane e ancora non conosciuto a livello planetario, ma nei suoi 4 anni di vita ha già firmato come partnership il tennista Andy Murray e il club scozzese dei Rangers per un accordo totale di 25 milioni di sterline.

Questo a dimostrazione di come il brand fondato da Tom Beahon stia provando da tempo una scalata nel mondo del calcio


"Dal 17 novembre torna l'edizione 2020 del Social Football Summit. L'unico evento italiano dedicato a digital, marketing e esports interamente focalizzato sul mondo della Football Industry"

Sarà una versione online, iscriviti gratuitamente da QUI