L’Inter compie 112 anni e realizza Born Inter: l’iniziativa digitale per festeggiare insieme ai tifosi

In un momento calcisticamente e emotivamente complicato, i nerazzurri hanno sfruttato gli asset digitali per festeggiare con i fan un’occasione importante

pubblicato il
Tags: Inter
Immagine articolo

L’Internazionale, la seconda squadra con più scudetti nel palmares del nostro calcio (a pari merito con i cugini milanesi), è stata fondata precisamente il 9 marzo del 1908 presso il “Ristorante l’Orologio” di Milano in via Brechet 1.

Il club ha quindi da poco compiuto i 112 anni e, nonostante l’enorme bagaglio di tradizione e età “aziendale”, si tratta di un dei club del calcio italiano che sta affrontando meglio il processo di digital transformation.

Un esempio è proprio l’idea scelta per celebrare l’ultimo anniversario, con celebrazioni realizzate tutte in digitale. Stiamo parlando dell’esperienza tailor made denominata “Born Inter”, un’attività totalmente personalizzata per ognuno dei tifosi del club,

Born Inter ha utilizzato un Saas (Software as a service) dedicato, dove il tifoso, inserendo nome e data di nascita, si troverà catapultato davanti a una dashboard di 9 schede con contenuti personalizzati che variavano in base al data entry iniziale.

Le 9 schermate vogliono coinvolgere il tifoso ripercorrendo la storia dell’Inter.

Si può passare così da statistiche sui giocatori, allenatori, trofei conquistati, canzoni dedicate al club, con la possibilità finale di calcolare in un click la distanza in kilometri che separa il domicilio del tifoso da San Siro, la mecca del culto interista.

Born Inter non è l’unica iniziativa lanciata per celebrare i 112 anni dell’Inter.

Oltre al giusto spazio dedicato alle celebrazioni di Juan Sebastian Veron e Youri Djorkaeeff, due vecchie glorie del club anni ‘90 e 2000 nate proprio il 9 marzo, anche un video emozionale che celebra il momento di nascita del tifoso in quanto interista, anche ‘esso dal titolo “Born Inter”.

Ad arricchire il compleanno infine, una particolare edizione a tiratura limitata della maglia da gioco, numerata da 1 a 112, acquistabile solo sul sito del club e nel negozio ufficiale milanese, adornata con la firma dell’allenatore della prima squadra in oro sulla parte frontale, e posta in una speciale teca in plexiglass.

In attesa che il palmares del club torni a ospitare trofei, l’Inter continua il processo di crescita e continua a perseguire la costruzione di un virtuoso modello di ricavi, anche grazie alle diverse attivazioni di marca o gli annunci di operazioni di co-marketing come quello con Amazon e Palmangels ad esempio.

Ultimo tassello nella costruzione di una marca forte e di culto, slegata dai risultati dei 90 minuti e pronta far registrare risultati di business positivi di continuo.