Notizie

Inter-Juventus, i nerazzurri vincono e consolidano il terzo posto anche nel Twitter Challenge

Sfottò sugli spalti, “garra” e grandi giocate sul prato verde. Il derby d’Italia non ha deluso le aspettative. Novanta minuti dai due volti quelli tra Inter e Juventus: nei primi quarantacinque predominio degli uomini di Spalletti che avrebbero meritato anche il gol del raddoppio dopo l’1-0 siglato da Nainggolan, mentre nella ripresa si è vista, a sprazzi, la vera Juventus, guidata ancora una volta da Cristiano Ronaldo, con la rete numero 600 nei club l’asso portoghese ha firmato l’1-1.

Se il verdetto dello stadio San Siro è stato un punto a testa, quello dei social non ha corso sullo stesso binario. A portarsi a casa l’intera posta in palio è infatti l’Inter, dominatrice del confronto sia su Facebook che su Twitter.

Su Facebook i nerazzurri vanno oltre le 197mila interazioni per un Engagement Rate del 25,49%, staccando nettamente i bianconeri i quali si fermano a 83.711 interazioni per un ER del 4,40%. Undici sono stati i contenuti totali postati dai due club nell’arco dei 90 minuti, sei dall’Inter e cinque dalla Juventus. A far registrare i numeri migliori è stato il post condiviso dai nerazzurri in occasione del momentaneo 1-0 di Nainggolan: 24.684 interazioni per un ER dello 0,16%.

Anche su Twitter i numeri migliori sono a tinte nerazzurre. Delle oltre 6mila interazioni totali generate dal debry d’Italia, l’Inter con 3.043 raggiunge un ER dello 0,18%, mentre la Juventus pur arrivando a 3.469 interazioni si ferma a un ER dello 0,05%. Questo è dato dall’enorme differenza tra le fan base dei due club: 6.654.859 follower per i bianconeri, 1.657.403 follower per i nerazzurri.

In cima alla Top 3 dei migliori tweet si issa, come accaduto su Facebook, quello condiviso dall’Inter dopo il missile di Nainggolan che ha trafitto il colpevole Szczesny. Oltre 2mila interazioni per un ER dell’1,27%.

Nel Twitter Challenge il successo per 2-0 consente all’Inter di salire a 71 punti e di consolidare così il suo terzo posto. La Juventus invece resta ferma in seconda piazza a quota 83, e vede il Parma vittorioso per 4-0 sul Chievo allungare a più diciassette.

Jacopo Persico