La folle estate del Nottingham Forrest: tutti gli acquisti della neopromossa

Il club di proprietà di Evangelos Marinakis e Sokratis Kominakis è stato una delle protagoniste assolute del mercato mettendo a segno ben 18 acquisti per il ritorno in Premier League.

Immagine articolo

Prendendo in prestito le parole dell’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, nel calcio esistono le categorie.

Per quanto riguarda i giocatori si tarano sul mix, sempre necessario, dato da talento, forza mentale ed esperienza.

Sui club, invece, su capacità economiche, progettualità e lungimiranza. Caratteristiche che si cuciono benissimo addosso alle società di Premier League.

Il campionato britannico è infatti, per distacco, il migliore al mondo sotto tutti i punti di vista. Riuscendo di anno in anno ad aumentare appassionati e fanbase e quindi, di riflesso, la propria grandezza.

Tra i tanti punti di forza dei britannici uno più di tutti gli altri aumenta l’eco del gap con gli altri tornei nazionali: l’incredibile forza finanziaria di tutte le squadre che vi militano.

In Inghilterra accadono infatti cose assolutamente impensabili altrove, specialmente in Italia.

Noi italiani siamo abituati a vedere solo le grandi squadre realizzare il grande colpo di mercato, con le “7 sorelle” sempre una spanna sopra le altre.

Siamo il Paese dove il passaggio al Lecce del campione del mondo Umtiti viene visto come qualcosa di incredibile.

In Premier League, invece, queste situazioni sono ormai all’ordine del giorno. E un esempio perfetto è rappresentato dal Nottingham Forest.

I Tricky Trees, infatti, sono tornati nel massimo campionato locale dopo 23 anni e, per celebrare il risultato, hanno messo a segno la bellezza di 18 acquisti, rinforzando nettamente la propria rosa.

Il tutto grazie ad una stabilità totalmente impensabile in qualsiasi altro campionato.



LEGGI ANCHE:

NOTTINGHAM FOREST, RIFIUTATI 11 MILIONI PER IL MAIN SPONSOR DI MAGLIA



Tutti gli acquisti del Nottingham Forest

  1. Morgan Gibbs White: dal Wolverhampton per 29,50 milioni;
  2. Taiwo Awoniyi: dall’Union Berlin per 20,50 milioni;
  3. Neco Williams: dal Liverpool per 20 milioni;
  4. Emmanuel Dennis: dal Watford per 14,80 milioni;
  5. Orel Mangala: dallo Stoccarda per 13 milioni;
  6. Moussa Niakhaté: dal Mainz per 10 milioni;
  7. Giulian Biancone: dal Troyes per 10 milioni;
  8. Lewis O’Brien: dall’Huddersfield per 9,40 milioni;
  9. Remo Freuler: dall’Atalanta per 9 milioni;
  10. Omar Richards: dal Bayern Monaco per 8,50 milioni;
  11. Renan Lodi: dall’Atletico Madrid per 5 milioni (prestito);
  12. Ui-jo Hwang: dal Bordeaux per 4 milioni;
  13. Harry Toffolo: dall’Huddersfield per 2,40 milioni;
  14. Brandon Aguilera: dall’ LD Alajuelense per 950mila;
  15. Jesse Lingard: dal Manchester United gratuitamente;
  16. Cheikhou Kouyaté: dal Crystal Palace gratuitamente;
  17. Wayne Hennessey: dal Burnley gratuitamente;
  18. Dean Henderson: dal Manchester United gratuitamente.

 Totale spesa: 157,05 milioni.

Dati Transfermarkt



ISCRIVITI AL SOCIAL FOOTBALL SUMMIT - 27/28 SETTEMBRE ALLO STADIO OLIMPICO (ROMA)

 

 

Da non perdere