Notizie

Russia 2018 – Social Media Soccer estende la sua analisi anche ai mondiali di calcio

Inghilterra-Nigeria amichevole 2018
Foto dal profilo Facebook Ufficiale della FIFA World Cup

Poco meno di 10 giorni e prenderà il via la 21esima edizione del campionato mondiale di calcio che si disputerà in Russia. Tra le 32 nazionali partecipanti la grande assente sarà l’Italia, che ha perso il pass per la fase finale del torneo a seguito dello spareggio disputatosi in autunno contro la Svezia. Per la prima volta nella loro storia parteciperanno al torneo Islanda e Panama.

Il mondiale di calcio è uno dei pochi eventi che suscita nelle popolazioni di ogni parte del mondo quel sentimento di appartenenza e di orgoglio nazionale, determinando momenti di aggregazione coinvolgendo anche chi solitamente non è un vero e proprio appassionato di calcio. A testimonianza di ciò, gli account ufficiali dei mondiali (Facebook, TwitterInstagram e YouTube) hanno già superato nel complesso oltre i 50 milioni di fan.

Panoramica social profili FIFA

Tutte le nazionali hanno deciso di diramare l’elenco dei convocati attraverso i loro profili social; c’è chi ha usato metodi “classici”, un’immagine o un breve video di presentazione, e chi invece ha scelto l’originalità. È il caso dell’Inghilterra che ha annunciato i convocati con un video del tutto fuori dagli schemi e che dopo poche ore dalla pubblicazione era già diventato virale. Sui social tutte le federazioni stanno iniziando ad entrare in clima mondiale e giorno dopo giorno sono sempre di più i contenuti condivisi che vanno a documentare la preparazione degli atleti.

Il Perù, che riprende parte al mondiale dopo 36 anni, ha deciso di alimentare l’attesa attraverso la creazione di un video che va a celebrare la nazione e lo spirito del popolo peruviano. Il video è stato riproposto in tre versioni, ognuna delle quali rivolto alle avversarie del girone: Francia, Australia e Danimarca. Il video con voce narrante peruviana è lo stesso per ogni avversaria, con l’unica differenza nei sottotitoli personalizzati per ciascuna delle tre nazionali.

Altro contenuto risultato particolarmente vincente è stato quello creato dalla federazione islandese che ha lanciato l’hashtag #fyririsland (tradotto “per l’isola”) e ha pubblicato un video che si chiudeva con l’inconfondibile “geyser sound”, tipico suono dell’isola.

Questa edizione del mondiale sarà sicuramente quella più social. Ci sarà un mondiale sul campo, ma sicuramente si disputerà anche un mondiale sui social con federazioni e protagonisti pronti a sfidarsi a suon di contenuti sempre più originali.

Noi di Social Media Soccer cercheremo di raccontarvi il mondiale da questa prospettiva. Articoli e infografiche, performance social delle squadre e dei calciatori più rappresentativi, analisi dei contenuti postati con un focus su quelli che registreranno un numero significativo di interazioni; analizzeremo in dettaglio l’engagement rate (ER) durante le partite ed evidenzieremo le variazioni in termini di incrementi delle fan base delle nazionali e dei calciatori.

Insomma, sarà un mondiale sul campo ma anche sui social network!

Fabio Brunetti